Giochi per Disabili

Il momento del gioco può essere per tutti i bambini, il momento più esaltante o il momento più tragico: tutti i bambini, disabili e non, hanno bisogno di sentirsi parte del gruppo dei loro pari, accettati e benvoluti.

Se un bimbo ha una disabilità, queste condizioni diventano ancora più importanti e necessarie per il suo benessere. Tuttavia non pensiamo ad un’area ad uso esclusivo dove il bambino disabile sia al centro dell’attenzione, con il rischio di creare un “disagio” sia per lui che per i bambini normodotati, ma ad un’area dove i giochi presenti siano accessibili a tutti e permettano ai bambini di scegliere su quale gioco misurarsi.

Che cosa sono i parchi inclusivi? Un’area giochi inclusiva è uno spazio dove i bambini con disabilità fisiche o sensoriali o con problemi di movimento possono giocare e divertirsi in sicurezza, insieme a tutti gli altri. Per gioco inclusivo si intende un’attrezzatura che può essere utilizzata da una vasta gamma di utenti aventi diverse abilità, senza adattamenti particolari, senza progettazioni speciali.
Molte persone detengono un livello di piccola o media disabilità che non richiede una progettazione radicale come quella per utenti su sedia a rotelle. La differenza tra una giostrina inclusiva ed una giostrina per disabili parte dalla progettazione, studiata per consentire ai bambini di divertirsi assieme, senza barriere e senza divisioni.

I parchi giochi inclusivi consentono l’abbattimento delle barriere architettoniche mediante rampe di accesso, percorsi per bambini ipovedenti, percorsi tattili, scivoli a doppia pista, tutto studiato per consentire ai piccoli con diverse abilità di giocare ed imparare assieme ai propri amici, fratelli e genitori.